Data: 21/06/2019

Non siamo qui a lamentarci del solito cliente che in realtà non è un cliente, quello che entra con lo sguardo appena confuso e un fare soppiatto, che sgattaiola fino alla toilette evitando ogni contatto visivo. È inutile che stiamo qui a dirci tra noi “eh, se lo facessero tutti, bevi un caffè e siamo pari!”. Nemmeno vogliamo parlare male di quello temerario che entra a passo sicuro, che è appena entrato solo per usare il bagno ma sarebbe pronto a giurare che ha appena consumato. 

/media/foto_articolo_toilet.jpg

Del resto c’è chi dice che il cliente, anche se è ancora in fase potenziale, anche se è cliente solo il tempo di fare un salto alla toilette, ha sempre ragione. E poi, se c’è educazione, una sosta al bagno non si nega a nessuno, con le dovute eccezioni. Ecco perché senza entrare in discorsi complicati, arriviamo alla nota dolente, che poi è quello che ci interessa trattare: in che stato è… la suddetta toilette

Certo, tenerla pulita nonostante l’andirivieni di clienti e il servizio, i caffè, i piatti da portare al tavolo e l’innumerevole quantità di cose da fare non è semplice, soprattutto laddove la civiltà del singolo non sempre dà una mano. Eppure, anche in una situazione così, c’è chi dice… Take it Easy! Perché vi aiuta Experteasy, che non solo ha dato il via ai GIORNIDELSOTTOCOSTO, con un sacco di prodotti in sconto anche fino al 50% fino alla fine del mese, ma che ha un’intera linea dedicata alla pulizia dell’ambiente. Che abbiate un bar, un locale alla moda o un ristorante, il primo passo per gestire al meglio l’ambiente sanitario è quello di essere bene organizzati. Con i prodotti giusti, si fa la metà del lavoro! 

Il bagno, insieme a cucina e atmosfera è uno dei tre fattori chiave per fare una buona impressione sul cliente (quello vero!) e per predisporlo a tornare nel tuo locale.

Il modo in cui ti occuperai del bagno dice molto su di te: l’attenzione ai dettagli, la pulizia, l’ordine, ogni qualità del bagno sarà un riflesso di quelle del tuo locale. 

Ecco qualche dritta per non sbagliarne una!

  • Controlla il bagno ancora prima di allestire la sala. Il rubinetto perde? si è staccata una mattonella? La porta si chiude male? Piccole cose che fanno la differenza.
  • Prima di iniziare il servizio, assicurati che in bagno ci siano adeguate scorte di carta, sapone liquido, salviette per le mani (più igieniche rispetto all’asciugatore, che lascia goccioline e di conseguenza chiazze d’acqua sul pavimento) e uno spray per ambienti o in alternativa un profumatore.
  • Tara la frequenza della pulizia del bagno in base all’afflusso della clientela. Tendenzialmente, meglio non lasciarlo a sé stesso fino alla fine del servizio: ogni tanto dai un’occhiata!

Un dispenser vuoto o qualche goccia d’acqua sullo specchio possono dare al locale un aspetto poco curato, anche se in cucina si potrebbe tranquillamente mangiare per terra. Insomma, un bagno cristallino per una reputazione altrettanto splendida. 

/media/prodotto_articolo_toilet.jpg

Tu ci metti l’impegno, ai prodotti ci pensa Experteasy!

Condividi articolo:

Scopri anche

caricamento...

Commenti